Cheesecake alle pesche e Cartizze Pdc Dry

Cheesecake alle pesche e Cartizze Pdc Dry

Cheesecake alle pesche e Cartizze Pdc Dry

La ricetta che presentiamo questa settimana è veloce, facile e perfetta per un abbinamento con il nostro Cartizze Dry: la Cheesecake alle pesche è una torta fresca e di facile preparazione, perfetta per l’estate e per dei momenti di condivisione.

Difficoltà: BASSA
Preparazione: 15 min
Porzioni: 6 persone

Ingredienti

  • 400 g Biscotti
  • 100 g Burro

Per il topping:

  • 300 g Philadelphia
  • 200 g Ricotta
  • 100 ml Panna da Montare
  • 150 g Zucchero a Velo
  • 12 g Fogli di Gelatina
  • 4 Pesche Noce

Preparazione

Preparare una teglia da 20/22 di diametro, nel frattempo mettere i fogli di gelatina ad ammorbidire in acqua fredda per qualche minuto.

Iniziate, in seguito, a preparare la base: rivestite la teglia con della pellicola trasparente. Per la base serve ottenere un composto farinoso, sbriciolando i biscotti.

Una volta ottenuta la farina di biscotti, mescolatela con del burro e riponete il composto sulla base della teglia livellandola e compattandola.

Riponete la base in frigo e iniziale la preparazione del ripieno.
Amalgamate bene in una ciotola la ricotta, il formaggio spalmabile e lo zucchero.

Scaldate e frullate una pesca noce. Sciogliete all’interno della pesca frullata i fogli di gelatina.
Mescolate il tutto con gli altri ingredienti.

Versate la crema sulla base di biscotti e livellate la superficie.
Lavate bene le pesche noci e tagliatele a fette abbastanza sottili e disponetele a raggiera sulla torta.

Mantenete la cheesecake in frigo per almeno 2 ore a raffreddare, in alternativa riponetela 30 min in freezer.

VARIANTI:
La philadelphia può essere sostituita con del formaggio spalmabile o con del mascarpone.



Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche:
  • Fino alla fine del XIX secolo l’unico metodo utilizzato per la produzione di vini bianchi Spumanti era il Metodo Classico, anche conosciuto come metodo Champenoise in quanto impiegato nella produzione di Champagne. Nel 1890 il direttore dell’Istituto Sperimentale d’Asti, Federico Martinotti, studiò una rifermentazione non più in bottiglia bensì controllata all’interno di grandi recipienti....

  • Tra dolci colline coperte di boschi la piccola Combai ospiterà fino al 01 Novembre la tradizionale Festa dei Marroni. Questo prezioso prodotto viene arrostito su apposite fornaci senza sosta durante le giornate della sagra. D’obbligo dissetarsi con il Verdiso “nuovo”, tipico della località e ormai sempre più raro. Per orari......

  • Qualche giorno fa è venuta a trovarci Roberta Costante – collaboratrice per il blog Ius Vinum – in visita nel trevigiano alla scoperta della strada del prosecco. «Molte persone cercano nella vita il lato positivo, io invece quello enologico e, guarda caso, mi ricordo che la provincia di Treviso è la......